Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2020

Cartolina del Giorno (45): nuvole di ordinaria noia

Immagine
Mia Carissima Cara,
sono stati giorni molto impegnati e, nonostante il silenzio, hai preso parte ai miei pensieri più di quanto ti confessi o tu immagini.
E' tedioso, a volte, prendersi cura delle occupazioni quotidiane. Per chi ha uno spirito ed un sentire molto forte, sembra un rubar tempo prezioso all'esistenza già breve. In vero, mia anima cara, nulla è perder tempo se alla vita appartieni e ciò che credi ti rubi a te stesso, in realtà è solo una buona scusa per ogni nostro piccolo o grande fallimento.
Qui i giorni sono bellissimi, e questo povero matto, ti pensa ed è felice che tu, ovunque sia, fai delle giornate un bene prezioso alla vita!
Stammi bene, ragazza mia, perché sempre te ne vorrò!

Cartolina del Giorno (44): la fortezza dello spirito

Immagine
Mia Carissima Cara,
è dell'inverno il momento peggiore. La primavera sembra a pochi mesi dall'arrivo, ma sono molti i giorni che ancora devono cucire tutta la distanza che corre lungo questi pochi mesi!
Mi sono ammalato, febbre, raffreddore e dolori inutili alla mente, forse al corpo tutto questo serve, se è vero il detto che tutto ciò che non ti spezza ti fortifica. Già, la saggezza in un essere umano si può misurare da quante volte la vita ha tentato di spezzarlo, o quante volte ha creduto che la vita lo avesse spezzato. Solo i matti capiscono che si è veramente uomini se dopo tutto hai rafforzato i punti di rottura!
Stammi bene, anima mia, perché sempre te ne vorrò!


Cartolina del Giorno (43): l'importanza dell'ordinario

Immagine
Mia carissima cara,
oggi la domenica si è vestita del suo miglior abito invernale: uno splendente freddo brilla per le piazze dei paesi, mentre l'aria tersa gela le nari e riempie i polmoni. Gli uomini e le donne si occupano finalmente del loro tempo libero, impreziosendolo dell'ozio, che rende liberi e si prende cura dell'ego!
Ho sempre osservato, disorientato, codesto brulicare di corpi rilassati, questo olezzo di profumi che maschera odori, questi spiriti parchi che godono molto del loro destino. Questo solo, forse, è essenza dell'essere al mondo: insignificante, ordinario vivere!
Stammi bene, anima mia, perché io te ne voglio!

Cartolina del Giorno (42): la felicità al mercato

Immagine
Mia Carissima Cara,
perdonami il silenzio di questi giorni. Non mi sei mancata, perché tu non sarai mai una privazione: sei, al contrario, tutto ciò che dà pienezza ai pensieri; tutto ciò che è necessario alla felicità del mio animo, fino a diventare lussuria per i miei sensi - ma sei sempre presenza e giammai assenza!
C'è stato un tempo in cui l'uomo misurava la propria felicità in rapporto ai bisogni di cui poteva fare a meno. Oggi vivono tutti per i bisogni che a loro creano attorno. In ogni campo, dal cibo al spirito, non devi essere felice e non lo puoi essere perché devi aver bisogno ciò che ti dicono sia necessario. Quando, poi, il necessario lo hai avuto, non è abbastanza ci vuole un completamento o un aggiornamento!
Oggi sei felice, povero matto, solo se non sai e non ti accorgi che sei uno schiavo!
Stammi bene, ragazza mia, perché io te ne voglio sempre.

Cartolina del Giorno (41): stagioni per misurare il tempo

Immagine
Mia carissima Cara,
c'è un tempo in cui siamo le risposte per molti e tante domande non sono a noi mistero, c'è un tempo in cui siamo solo domande e desideriamo ardentemente che le risposte arrivino, per tranquillizzarci; renderci quieti; strapparci una gioia che sembrava rimanere, altrimenti, inespressa.
Comprendere fino in fondo le proprie stagioni richiede agli uomini saggezza, ovvero: volontà domata e noia ammutolita ed epurata dalla tristezza.
Senza distrazioni si deve fare i conti con se stessi, e conoscersi vuol dire, sopratutto, accettarsi così come non si può non essere.
Soltanto un matto arriva ad essere sì saggio. Ma vivere, con tutto il dolore che ciò comporta, diventa più sincero e gioioso, poiché in tal modo si è più disposti ad affermare piuttosto che negare!
Stammi bene, ragazza mia, perché io sempre te ne voglio!


Cartolina del Giorno (40): lo scrigno dei pensieri

Immagine
Mia Carissima Cara,
il sole scalda appena il freddo, mentre di luce inonda il giorno. Qui fa bel tempo, l'aria è pura ed i pensieri che ne nascono sono come incontri rari - non li condivideresti con nessuno. Già, anima mia, il vero è questo: ciò che veramente è importante, ciò che veramente ci tocca e ci appartiene è nostro e non è di tutti. Coloro che sin dalla mattina condividono ogni istante delle loro vite, dei loro pensieri e dei loro stati, non hanno invero nulla di loro e paura del dialogo con se stessi!
Sarò sempre fin troppo matto agli occhi degli altri, fintanto che mi ostinerò a lodare le virtù della solitudine!
Stammi bene, anima cara, perché sempre te ne vorrò.


Cartolina del Giorno (39): la semina d'inverno

Immagine
Mia carissima Cara,
qui tra il sole e la nebbia, il freddo rende l'aria tersa e nitida. La luna stanotte illumina i miei passi di ritorno a casa.
La malinconia in inverno è un sentimento che ti tiene caldo!
L'inverno ed il freddo sono fatti di pazienza e resistenza. Bisogna avere buoni amici da leggere, film preziosi da rivedere, sogni da coltivare in progetti futuri, coperte calde e acqua fredda per svegliarsi da un eccessivo torpore.
Per colui che ha chiuso il cancello del proprio animo alla vista superficiale di tutti, da tutti oltrepassabile con la semplice sincerità che negata è a tutti. Per costui, povero matto, bisognerà affogare nella nebbia i pensieri più belli e irriverenti. La primavera arriverà, anima mia, sarà fertile e rigogliosa, avrà il tuo sorriso!
Stammi bene, ragazza mia, perché io te ne voglio!


Cartolina del Giorno (38): il termometro dei sentimenti

Immagine
Mia Carissima Cara,
vi è tra le persone di questo secolo e mezzo una tale mistificazione su ciò che è amore!
Il Romanticismo, questo decadente movimento, ha iniziato a confondere tutto. Bene, innamoramento e amore non sono per niente una cosa soltanto. La mancanza degli uomini è non discernere il grado di ciò che si manifesta, in questo modo confondono l'oggetto dei loro desideri.
Quel che veramente ci fa stare insieme non è certo l'innamoramento, futile, passeggero ed egoistico. Il bene ci lega e duraturo costruisce rapporti saldi e invincibili.
L'amore è muto e non sa chiedere: regala un portafogli, con la speranza di poter avere abbastanza di che vivere da poterci custodire; cucina all'altro la "cuccia" quando non è il 13 dicembre - L'amore è una cura dell'altro per se stessi!
Stammi bene, ragazza mia, perché io te ne voglio.

Cartolina del Giorno (37): il valore dei desideri

Immagine
Mia carissima Cara,
andando a spasso tra la fauna umana sembra che vadano di moda le parigine. Lo sai, cuore lontano, che poco e nulla la moda affascina il sottoscritto, essendo quella non altro che il gusto influenzabile dei molti che inseguono l'eleganza, credendo di raggiungerla!
Le gambe delle donne, tuttavia, sono come gli dei che creano desideri proibiti! Se solo immagino le tue, poi...
A guardar bene questa folla, che si guarda intorno alla ricerca di quel qualcosa che manca, sperando di poterla eliminare dalla lista dei desideri, ti ricordi che è vano sperare di educare le masse. L'errore è credere che le masse possano essere educate! Solo l'individuo può eccellere, poiché questo è il destino naturale d'ogni essere nato!
Stammi bene ragazza mia, perché io te ne vorrò.



Cartolina del Giorno (36): ritratti dipinti dalla vita

Immagine
Mia Carissima Cara,
oggi il sole riscalda la fredda aria che, dal mio terrazzo, sferza la mia pelle e la mia faccia. Gli occhi osservano una distesa di tetti, pochi comignoli e molte antenne.
A volte mi fermo molto ad osservare l'orizzonte. Da ragazzo, il balcone di casa mia non era affatto un limite ed i tramonti, che si sono impressi sul mio animo come quadri, sono forse quanto di più bello conservo nella mia vita. Questa maledetta bellezza! Non mi lascia, anima cara, non mi ha mai lasciato e penso che mai mi abbandonerà! Non salverà il mondo, forse, ma ne resterà sempre il ritratto più vero, se per vero non intendiamo quel che crediamo o pensiamo, bensì il tutto così come a noi si rappresenta!
Questo matto ora rientra, un caffè mi scalderà mentre ricerco il vero ed il bello, come ogni giorno.
Stammi bene, mia cara, perché io te ne voglio!

Cartolina del Giorno (35): bolle di volontà possibili

Immagine
Mia Carissima Cara,
ora sto meglio! Ho trascorso un paio di giorni cupi e di questo dolce male credo ne abbiano risentito le parole che ti ho inviato.
Qualunque cosa tu abbia pensato, non te ne curare, anima cara. A questo servono le nostre parole scarabocchiate su queste cartoline: a dirci ciò che di noi non vediamo, a sentirci attraverso le parole e leggerci gli animi a noi così diventati vicini.
Qualcuno, che morì oggi sessant'anni fa, sottolineò come l'uomo sia l'unico animale a voler essere ciò che non è. E quanto male al mondo questo ha portato ed agli uomini infelicità solo l'uomo, che della propria possibilità possiede le chiavi e la misura, ne conosce il segreto. Il vero matto, mia cara, è colui che ha imparato che non ciò che si vuole diventa possibile, ma solo ciò di cui si è e si ha possibilità è necessario volere!
Stammi bene, perché io te ne vorrò.

Cartolina del Giorno (34): esami senza lezioni

Immagine
Mia carissima cara,
sono stato lontano per alcuni giorni. Mi sono preso cura di me stesso, ho fatto un falò delle mie vanità, ho costruito castelli di ego insormontabili all'assedio degli altri, ho riso pensando a te e cercando nuovi me da matto da presentarti.
Se mai un giorno ti incontrerò, sarò preparato a questo!
Inizia un nuovo corso, come il vecchio, fatto di giorni pieni di vita: la bellezza del mondo sta nell'assenza d'ogni domanda, poiché s'impara a diventare la risposta!
Ho pensato molto in questi giorni a questo: velle non discitur.