Cartolina del Giorno (33): parole a caso sotto a un destino

Mia Carissima Cara,
mi chiedo che senso hanno tutte queste parole agli occhi degli altri. Nessuno, invero, perché non all'udito di chiunque significano tutte le parole. E' necessario essere esperienza prima d'essere parola, solo così ha senso l'accaduto.
Per questo le mie parole sono unicamente per te - le tue parole oppure, mia cara, quelle di tutti gli altri che le hanno vissute. Tu sola, anima mia, puoi trovarne il senso. So anche che dello stile non ti importa e non me ne fai rimprovero.
Ho un anno nuovo di parole, e di matti quanti ne vuoi posso descrivertene. So bene che li troverai tutti, senza lasciartene sfuggire uno, perché è questo che ci lega su questa scacchiera chiamata mondo!
Buon anno, ragazza mia!
Muove il Bianco. Scaccomatto in una mossa!

Cartolina del Giorno (32): baci senza tempo

Mia Carissima Cara,
ho scritto cose pensando a te, ne scrivo e ne scriverò finché ci sarà un adesso con la tua immagine dentro ai miei occhi, con il tuo profumo nelle mie narici, con le mie mani vuote che di te si vorranno riempire e prender forma!
Nei giorni scorsi ho visto donne e ragazze e femmine bellissime: a tutte ho cercato di rubare un pezzo di te: i capelli, l'eleganza, le mani affusolate, la linea dei fianchi. In nessuna mai ti troverò perché intera ti voglio!
L'anno oramai sta finendo e quello nuovo a me, matto, non porta promesse. Io, nonostante tutto sogno una mezzanotte di baci senza durata!
Ti voglio bene, anima mia.
Muove il Bianco. Scaccomatto in una mossa!

Cartolina del Giorno (31): sotto mille nuvole di caos

Mia carissima Cara,
la noia dei giorni che inseguono altri uguali giorni, per sentirsi sicuri e protetti in un mondo con confini ben precisi, non mi appartiene. Così sono di nuovo in viaggio alla ricerca di te, del tuo profumo o dei tuoi occhi - tuttavia il cielo non è profondo abbastanza!
Mi lascio dietro ed in basso mille chiacchiere vuote di persone stizzite dalle offese mentre offendono; di protettori dei costumi che non ritornano perché il tempo dà loro nuova veste; di sciamani che hanno visto la rovina delle loro terre nel futuro che a loro è sconosciuto, ma di cui conoscono i piani del nemico; di guerrieri intrisi di rabbia che si vestono d'animali e non sono diversi dagli eserciti nemici - i soldati muoiono e sempre tra le risa dei generali!
Questo matto ti vuole ancora bene, nonostante tutto questo inane caos stupendo!
Muove il Bianco. Scaccomatto in una mossa!

Cartolina del Giorno (30): le vanità dell'anno nuovo

Mia Carissima Cara,
per le strade c'è fermento e hanno tutti voglia di fare bilanci, mentre guardano gli astri per squarciare il velo dell'ignoto che li attende.
Che animali ridicoli siamo, amor mio, e quali riti dobbiamo inventarci per significare il tempo e lo spazio che ci è toccato in sorte di vivere!
Meglio possedere granelli di superbia in più da spendere in mondi migliori e al di là da venire: si sopporta l'essere transeunti con l'invenzione di una sospensione della morte nella specie eterna!
Il matto, però, son io solo qui sperduto in un angolo, conscio della fine che verrà, e avrà occhi simili ai tuoi e mi perderà per sempre.
Stammi bene, ragazza mia, perché io te ne voglio.
Muove il Bianco. Scaccomatto in una mossa!

Cartolina del Giorno (29): i meriti della volontà

Mia carissima Cara,
mentre tutti sono immersi nei bagordi di una festa ammantata di religiosità, io ho ricevuto notizie da un mio caro amico. Mi dice che è stato un anno molto impegnativo per lui. Ha affrontato ogni cambiamento come fosse una nuova sfida e tutti gli obiettivi, che si era posto un anno prima, sono stati superati non senza sforzo e fatica. La sua gioia, mia amata, non sembra essergli stata donata, bensì conquistata, come Alessandro il Grande il suo impero!
Ne sono fiero, e mi prenderai per matto, ma al mondo i diritti non sono dovuti: è la lotta a determinarli!
Muove il Bianco. Scaccomatto in una mossa!

Cartolina del Giorno (28): lupi senza steppa

Mia Carissima Cara,
l'altra sera ridevo e scherzavo con dei cari conoscenti. Ci si divertiva e tutto sembrava così naturale, visto da lontano e da fuori!
Quanta mistificazione l'uomo ha intessuto sulla solitudine!
Io sono sempre stato solo, dentro le mura di casa mia, fuori tra la folla della gente comunque nella fortezza del mio animo! La solitudine è un istinto di sopravvivenza per chi della vita odora tutta l'apparenza, per chi possiede la diffidenza verso gli altri animali, per chi rispetta prima di temere e difficilmente incontra, perché raro è il trovare simili.
Per questo non dirò mai a nessuno quanto eccezionale sia stato l'incontrarti un giorno! Per questo motivo tutti mi scambiano per matto. Poco male, ragazza mia, sentirsi un re solo nel mondo richiede saggezza nel muoversi.
Muove il Bianco. Scaccomatto in una mossa!

Cartolina del Giorno (27): gli specchi dell'animo


Mia Carissima cara,
ho camminato molto, in questi due giorni. Pensare a te è stato un desiderio, qualcosa che non vorresti fare, naturale come sognare, qualcosa che scacci via e ritorna sempre, doloroso come solo una cicatrice sul cuore può esserlo. 
Ecco, per questo motivo ho girovagato per le vie, mi sono stordito con le parole della gente, ho inventato tante altre vite, ho visto il mondo ripetersi uguale a se stesso e ne ho riso, perché mi piacerebbe insegnare al mondo ad essere allegro!
Dolciastro è tutto quello che sono riuscito a dire di questi giorni. Mi sono fermato qui, poi. Il mio animo è stato preso dal furore, il mio sangue si è rimescolato, la mia volontà si è assetata di lotta. La vita ti riporta sempre alla vita, mia dolce amica.
Per un matto come me ci sono sempre dei salti logici che inventano l'accaduto!
Il Bianco muove. Scaccomatto in una mossa!

Cartolina del Giorno (26): vite narrate e vissute

Mia Carissima cara,
svegliarsi il mattino quando ancora è buio. Restare solo con i propri pensieri che si svegliano all'apparire delle prime luci. Prepararsi il caffè e rassettare casa, non accendere nient'altro che parli e non aprire alcuna finestra social. Lavarsi e vestirsi.
Restare muto davanti al giorno che si appresta ad investirti!
Lo sai, ragazza mia, che forse la nostra versione umana del mondo sta scomparendo a scapito di una versione digitale, di una versione delle cose non vera ma raccontata, di una versione di noi che appare oltre all'apparenza perché mentita persino a noi stessi?
Come sempre devo esser matto a farti questi discorsi! Hai ragione tu, così è sempre stato.
Mi manchi però, tanto da non sapere chi essere a volte!
Muove il Bianco. Scaccomatto in una mossa!



Cartolina del Giorno (25): oblio quotidiano

Mia Carissima Cara,
sono tornato, foschia e nebbia mi hanno accolto, avvolto...C'è tanto rumore e luci per le strade; il cielo non sembra molto sereno.
Stamattina avevo tante cose da dirti e raccontarti, altre te ne volevo chiedere a iosa per non saziarmi delle tue parole. Ho dimenticato tutto e questa sera ceno con il rammarico di non poterti dire quello che che ti ho già detto e che è caduto nell'oblio!
Perdona questo matto, a volte mentre parlo con te dimentico di far in modo che ogni parola si vesta del memorabile, perché mai l'oblio abbia il sopravvento su di noi!
Stammi bene, ragazza mia, perché io te ne voglio!
Muove il Bianco. Scaccomatto in una mossa!


Cartolina del Giorno (24): infinite rotte in un unico oceano

Mia carissima Cara,
il dolore è un compagno più vero e sincero di qualsiasi altro amico. Non vi è altro per sapere veramente chi si è!
Da così lontano, non vi è più nulla di talmente ridicolo di coloro che gridano al "pensiero unico"! Questi pensatori tronfi di se stessi, intellettuali degli altri e dai pensieri sì liberi da possedere uno scopo ed un prezzo! Buoni solo a diventar bastoni per nuove pecore!
A noi che il pensiero unico ha fatto orrore, a noi che il pensiero unico ha infranto utopie, a noi che sempre abbiamo messo in dubbio il pensiero - ci è dato un numero possibile di universi e qualcuno vogliamo viverlo!
Perdona, mia cara, se oggi non parlo di te. Debbo essere proprio matto a non farlo!
Muove il Bianco. Scaccomatto in una mossa!
(4 soluzioni)


Cartolina del Giorno (23): sentieri disegnati dalla noia

Mia Carissima cara,
mi nutro di diversità, te lo confesso, perché non conosco altro modo per vivere!
Coloro che hanno paura del cambiamento non ricevono mai in visita la noia. Questo pungolo al moto, all'intelligenza, alla saggezza, all'umanità tutta. Mai una lode per questa sensazione, tra le più positive tra quelle umane!
Sento che ancora una volta devo cambiare, in verità, è come una droga alle intelligenze più sensibili!
Ecco cosa mi spinge sempre al viaggio, alla scoperta, alla conoscenza di ciò che il mio pensiero non comprende.
Ci sei tu, poi, e mi chiedo come mai sempre non mi annoiavi?
Ma si sa un matto non abbisogna di risposte, un matto trova soluzioni alla propria noia anche laddove sembra che non ve ne sia una!
Stammi bene, ragazza mia, perché io te ne vorrò.
Muove il Bianco. Scaccomatto in una mossa!

Cartolina del Giorno (22): tra i mille altri un bacio ancora

Mia Carissima Cara,
ti ho sognata, l'altro ieri notte! Eri di spalle, quando ti ho visto e poi credo che il mio amore abbia creato tutto il resto, ed era bello!
Dal vero i sogni si distinguono sottraendone la bellezza.
Scusa, non hai ricevuto mie. Forse la rabbia ha preso a scusa i troppi impegni per tenere il mio cuore lontano da te.
Lo sai, ragazza mia, che l'amore è il più mistificato dei sentimenti? Quanti ne chiedono il prezzo! E quanti vorrebbero sapere con cosa barattarlo, e prima e dopo! C'è chi, poi, pensa che solo l'amore paghi l'amore. Ahimè!, perdona loro che non sanno che l'amore si dà e non chiede. Chi ama non sa cosa sia male e cosa bene, perché è al di là di esso che ogni azione trova la sua misura! Sono proprio matto, amore mio, e tra i mille altri un bacio ancora ti lascio!
Muove il Nero. Scaccomatto in una mossa!


Cartolina del giorno (21): la festività dell'olimpo

Mia Carissima cara,
si avvicina senza sosta quel periodo dell'anno in cui tutti acquisiscono una maestria superba nell'essere ipocriti, contriti e più buoni.
Quale gramigna cattiva è stata ed è il cristianesimo per l'essere umano!
Quanto poco aggiunge al valore dell'uomo ed agli uomini toglie ciò che la natura ha promesso loro!
Baldanzosi e schietti, miserabili e potenti: un trionfo della vita sulla vita e nulla chiede e prega se non la vita tutta così come vive e vivrà ed ha vissuto. Ah, quanto più sinceri sono stati gli dei greci e meno falsità hanno recato agli uomini!
Tu, cara la mia ragazza, non potresti essere altro che Athena ed io vorrei essere Fidia per scolpire tutte le tue forme con mille carezze!
Cala adesso la notte sui miei occhi da matto, che a volte vedono doppio, altre volte il buio li avvolge.
Stammi bene, ragazza mia perché io te ne voglio.
Muove il Nero. Scaccomatto in una mossa!

Cartolina del Giorno (20): sogni nutriti dall'insonnia

 Mia Carissima Cara,
gli occhi aperti di notte vedono panorami che i sogni non possono creare. Chi no dorme di notte possiede pensieri più forti dei sogni, un animo loquace che sa esprimersi soltanto nel silenzio dai rumori del mondo.
A volte dimentico di dirti quanto mi manchi! Ma sono orgoglioso e tanto importa.
In questo tempo che cerca di dimenticare quanto la natura crei i molti affinché pochi e uno ne godano con perfezione, mi tedia chi non comprende che l'ignoranza della moltitudine è lo stipendio dei pochi!
Mi manca il mare come i tuoi occhi, tutto il resto è giorno e azioni che lo compongono. Sarò matto, ma ogni fortezza di inespugnabili certezze mi sembra crollare sotto il salto d'ogni ragione!
Stammi bene, ragazza mia perché io te ne vorrò.
Muove il Bianco. Scaccomatto in una mossa!

Cartolina del Giorno (19): sogni di celluloide e pensieri umani

Mia carissima Cara,
te lo confesso, i miei sforzi di vivere con ed in mezzo agli uomini sono vani!
Il perché questo mi accade io non lo ignoro: fortunatamente non sono come gli uomini che hanno inventato gli astri ed il caso ed il fato per quel che accade!
Io voglio ed ho voluto, la mia volontà vorrà ancora manifestarsi come osservatore silenzioso della vita, passeggiatore solitario che fantastica sul mondo, pensatore fastidioso alle azioni quotidiane dell'essere umano.
Così mi capita sovente di trascorrere giorni con i miei più cari amici di carta, con quelle signore d'inchiostro che vogliono danzare su marmi bianchi e qualche altra vita immaginata su celluloide! Ad esser matti, a volte, ci vuol immaginazione, tesoro mio!
Stammi bene, ragazza mia.
Il Bianco muove. Scaccomatto in una mossa.

Cartolina del Giorno (18): parole al vento e azioni incompiute


Mia carissima cara, 
quante parole al vento, che fiato di voce soltanto sono! Quanto rumore, che nulla se non solo molto è! 
Di tutta questa baraonda che si veste d'importanza cotanta meglio non parlare, che altro a questo paese è destino!
La vera notizia di oggi è che il sole splende sui monti innevati e così immagino sui tuoi capelli lucenti. Non ti confesserò che mi manca il vederti per la sazietà del solo guardarti!
A volte son matto e mi metto a pensare quale soluzione interromperebbe tutto questo italico cianciare. Chi cerca solo forse trova, e la chiave del fare e saper fare non sta nelle parole!
Stammi bene, ragazza mia perché io te voglio.
Muove il Bianco. Scaccomatto in una mossa!

Cartolina del Giorno (17): scalate sociali e diritti naturali

Mia carissima Cara,
per il fine settimana ho deciso di riprendere il mio dolce vagabondare. Ti scrivo da queste scalinate e da altri luoghi che solo confesserei ai tuoi occhi.
Sono arrivato da poche ore ma in questa città non a misura d'uomo, la grandezza ti sovrasta e alla testa sale l'orgoglio dell'onnipotenza. Poi, però, ti guardi in giro e appare evidente la menzogna di quel che vedi. Questa è roba da imperatori e regine, filosofi ed artisti, pensatori e uomini il cui stupore della vita è la bellezza d'essa.
Il resto è popolino, moltitudine che brulica intorno alla nobiltà, per un po' di pane o per un biglietto del circo.
Non importa se ho usato questi termini, so che tu sai cambiarli con il pane ed il circo moderno!
Chi diventa matto è quel poco di buono che ignaro, impervia, la strada trova verso mete ad altri sconosciute!
Stammi bene, ragazza mia, perché io sempre te ne vorrò!
Muove il Bianco. Scaccomatto in una mossa!
  

Cartolina del Giorno (16): sentieri bruciati dal gelo altrui

Mia Carissima cara,
stamattina la prima brina ha imbiancato l'autunno che resta. Il sole, poi, ha scaldato gli animi degli esseri che abitano questa porzione di mondo, e quel che offre il giorno.
I piccoli allievi giocano malissimamente bene e la mia gioia si nutre della loro, per il tempo della lezione e per il gioco!
Mi si è presentata un'occasione per altre lezioni. Ho subito pensato a te, perché sei la sola alla quale chiedere consiglio. Lo sai, di te mi fido e, in fondo, non mi hai mai fatto dubitare di questo!
Per il resto le solite cose: mi ostino a far vedere agli altri il mondo così come appare e così come non è. Mi accorgo che agli altri non interessa, perché loro vogliono sognare la vita che vivono. Non diventerò matto per questo, io so che colui che sceglie vie traverse e poco battute mai avrà la ragione e la verità dalla sua parte!
Stammi bene, tesoro mio.
Muove il Bianco. Scaccomatto in una mossa.


Cartolina del Giorno (15): in attesa di un arrivo o una partenza

 Mia Carissima Cara,
ovunque e per tutto il giorno, al lavoro o con gli amici e con gli sconosciuti, sono stato parco di parole.
Per fortuna mancano solo alcuni giorni, dopo potrò di nuovo rimettermi in viaggio. Speriamo mi serva a scrollarmi di dosso questo stato d'animo.
Ci vorresti tu con le tue parole. Forse non ti resisterei e scioglierei la lingua! Sì mia cara, noi lo sappiamo bene, che l'amore non è muto e non è triste, bensì allegro e felice di trovarsi insieme!
Cominciano di già le case ad addobbarsi. Forse è questo che mi rende silenzioso. Forse, invece, sei tu che sei lontana in attesa di un arrivo o una partenza! Forse sono solo un matto, con la strada lunga e dritta davanti a sé!
Stammi bene, amore mio!
Muove il Bianco. Scaccomatto in una mossa!

Cartolina del Giorno (14): caffè vuoti di anime amare

Mia Carissima Cara,
oggi uno scorcio mattutino di primavera si è poi infranto sull'autunno serotino!
Una cara amica rinnova sempre il suo invito ad un buon caffè. So di non meritarla, forse come tutti coloro che del bene me ne vogliono. La solitudine di questo periodo, invero, mi ha rubato a tutti, ma mi ha restituito a me stesso come non mai sono stato!
Continuo a cercarti nella speranza di trovare te un giorno, magari per caso incontrarti sulla strada!
Ma se li uomini son Cavalieri, allor son matti se il cor preme e speme di conquistare la Regina. I cammini loro mai si incontrano e mai son li stessi, forse capita solo che alcuna volta coincidano.
Stammi bene, ragazza mia, perché io te ne vorrò.
Muove il Nero. Scaccomatto in una mossa!

Cartolina del Giorno (13): passeggiate dentro calici di vino

Mia carissima cara, 
un calice di vino, come di rado mi capita, accompagna la mia cena. Rosso, il vino, come le labbra di una bella donna che non si sazia di parole!
Il lavoro procede bene e i ragazzi, nonostante tutto, fanno dei bei progressi. 
Il condominio dove abito è in fermento: sembra  non ci sia soluzione di continuità: aggiustare l'antenna, il camino, le pulizie e le spese per le luci delle scale. Per fortuna non ci sono arringapopoli! Abbiamo rispetto delle persone e non ci importa degli esperti del bar sport. Troviamo soluzioni e viviamo insieme senza troppe accuse, con qualche scusa e fatti che disdegnano le parole! 
Le tue risposte  alle mie, esatte come mai avrei sperato mi fanno sentir matto, ed è bene che lo sia per te! Stammi bene, tesoro mio.
Muove il Bianco. Scaccomatto in un mossa

Cartolina del Giorno (12): la bellezza negli interrogativi

Mia carissima Cara,
stanotte il lavoro mi ha stancato ed è stato duro. Stamattina, invece, è duro ed insopportabile vedere il cielo coperto di un grigio o d'una luce anonima e monotona.
Questo sopporto, il nodo più grande, che mai ti confesso, è quel "tu come stai?"; "come state tutti?" che rimane tra le mie labbra e non può arrivare alle tue orecchie.
Oggi è domenica, andrò a far visita ad ogni forma d'arte che lenisca ed abbellisca questo mio stato d'animo, il giorno, e me.
A qualcuno hanno dato del matto, perché ha detto che la bellezza salverà il mondo. Il matto, invero, sa che dietro la bellezza si nasconde un salto volutamente irrazionale e logico!
Muove il Nero. Scaccomatto in una mossa!